Archivio iniziative

Sabato 5 Settembre 2020
Escursione serale lungo il percorso del Museo itinerante della Resistenza


Sabato 5 Settembre 2020 - nell'ambito dell'iniziativa "Quattro passi nella storia... della Resistenza!" - la Casa della Resistenza di Sala Biellese organizza la visita guidata serale lungo il percorso del Museo Itinerante della Resistenza (3,3 km), con il seguente programma:


Ritrovo/Partenza (ore 20:30): via Ottavio Rivetti 5 (Casa della Resistenza)

Via Roma: pannelli 21 e 6 (La salita in montagna/La popolazione)
Via A. Lamarmora: pannelli 12 e 3 (Le baite-Marincola/Radio Libertà)
Via per Andrate: pannelli 2 e 1 (Walter Fillak/Aviolanci)


Discesa attraverso il bosco al campo di lancio presso il quale - attraverso l'installazione delle luci di segnalazione - saranno simulate le condizioni per l'aviolancio.

Risalita su via per Andrate e rientro in paese

Via Pietro Micca: pannelli 4 e 5 (Don Tarabolo/La Costituzione)
Via Umberto I incrocio con Via Giovanni XXIII: pannello 22 (Battaglia di Sala) e lapide “Primula”, con accenno a don Cabrio
Via Umberto I: pannelli 8 e 19 (Comando partigiano/Missione Cherokee)
Via per Zubiena: pannello 9 (Eccidio di Santhià)
Via del cimitero/Via Q. Sella: pannello 20 (nomi di battaglia)
Via del cimitero/Piazza Gramsci: pannello 11 (Eccidio piazza Martiri)

Via Garibaldi incrocio con Via Q. Sella: pannello 10 (I rastrellamenti)
Via Garibaldi: pannello 13 (L’infermeria)

Arrivo alla Casa della Resistenza previsto per le ore 23:00


Per partecipare è obbligatoria l'iscrizione, da effettuarsi utilizzando i seguenti contatti: 

Cellulare (dopo le 19:00) / WhatsApp (anche dalla pagina Facebook) 340 9687191 - Email museoresistenzasala@gmail.com

La quota di iscrizione è di €5 (1 bottiglietta d'acqua 0,5l + 1 conf. da due Torcetti di produzione locale + Mini Guida della Resistenza biellese) 

Domenica 16 Agosto 2020
Visita guidata lungo il percorso del Museo itinerante della Resistenza


Domenica 16 Agosto 2020 - dalle 14:30 alle 17:30 - la Casa della Resistenza organizza la visita guidata lungo il percorso (3,3km) del Museo Itinerante della Resistenza secondo il seguente programma:

Ritrovo/Partenza (ore 14:30): via Ottavio Rivetti 5 (Casa della Resistenza)

Via Roma: pannelli 21 e 6 (La salita in montagna/La popolazione)
Via A. Lamarmora: pannelli 12 e 3 (Le baite-Marincola/Radio Libertà)
Via per Andrate: pannelli 2 e 1 (Walter Fillak/Aviolanci)
Discesa attraverso il bosco al campo di lancio
Risalita su via per Andrate e rientro in paese
Via Pietro Micca: pannelli 4 e 5 (Don Tarabolo/La Costituzione)
Via Umberto I incrocio con Via Giovanni XXIII: pannello 22 (Battaglia di Sala) e lapide “Primula”, con accenno a don Cabrio
Via Umberto I: pannelli 8 e 19 (Comando partigiano/Missione Cherokee)
Via per Zubiena: pannello 9 (Eccidio di Santhià)
Via del cimitero/Via Q. Sella: pannello 20 (nomi di battaglia)
Via del cimitero/Piazza Gramsci: pannello 11 (Eccidio piazza Martiri)
Via Garibaldi incrocio con Via Q. Sella: pannello 10 (I rastrellamenti)
Via Garibaldi: pannello 13 (L’infermeria)

Arrivo alla Casa della Resistenza previsto per le ore 17:00

Per partecipare è obbligatoria l'iscrizione, da effettuarsi utilizzando i seguenti contatti:

Cellulare (dopo le 19:00) / WhatsApp (anche dalla pagina Facebook) 340 9687191 - Email
museoresistenzasala@gmail.com

La quota di iscrizione è di €5 (1 bottiglietta d'acqua 0,5l + 1 conf. da due Torcetti di produzione locale + Mini Guida della Resistenza biellese)

Al termine dell'escursione sarà possibile procedere alla visita della Casa della Resistenza, per la quale sono state adottate specifiche misure di prevenzione anti-contagio da Covid19 sulla base delle linee guida governative: per i visitatori vige l'obbligo di indossare la mascherina durante la visita e di rispettare i percorsi separati di ingresso e uscita, con un tempo massimo di permanenza nel sito di 30 minuti. 

Sabato 1 Agosto 2020
Escursione serale lungo il percorso del Museo itinerante della Resistenza



Sabato 1 Agosto 2020 - nell'ambito dell'iniziativa "Quattro passi nella storia... della Resistenza!" - la Casa della Resistenza di Sala Biellese organizza la visita guidata serale lungo il percorso del Museo Itinerante della Resistenza (3,3 km), con il seguente programma:


Ritrovo/Partenza (ore 20:30): via Ottavio Rivetti 5 (Casa della Resistenza)

Via Roma: pannelli 21 e 6 (La salita in montagna/La popolazione)
Via A. Lamarmora: pannelli 12 e 3 (Le baite-Marincola/Radio Libertà)
Via per Andrate: pannelli 2 e 1 (Walter Fillak/Aviolanci)


Discesa attraverso il bosco al campo di lancio presso il quale - attraverso l'installazione delle luci di segnalazione - saranno simulate le condizioni per l'aviolancio.

Risalita su via per Andrate e rientro in paese

Via Pietro Micca: pannelli 4 e 5 (Don Tarabolo/La Costituzione)
Via Umberto I incrocio con Via Giovanni XXIII: pannello 22 (Battaglia di Sala) e lapide “Primula”, con accenno a don Cabrio
Via Umberto I: pannelli 8 e 19 (Comando partigiano/Missione Cherokee)
Via per Zubiena: pannello 9 (Eccidio di Santhià)
Via del cimitero/Via Q. Sella: pannello 20 (nomi di battaglia)
Via del cimitero/Piazza Gramsci: pannello 11 (Eccidio piazza Martiri)

Via Garibaldi incrocio con Via Q. Sella: pannello 10 (I rastrellamenti)
Via Garibaldi: pannello 13 (L’infermeria)

Arrivo alla Casa della Resistenza previsto per le ore 23:00


Per partecipare è obbligatoria l'iscrizione, da effettuarsi utilizzando i seguenti contatti: 

Cellulare (dopo le 19:00) / WhatsApp (anche dalla pagina Facebook) 340 9687191 - Email museoresistenzasala@gmail.com

La quota di iscrizione è di €5 (1 bottiglietta d'acqua 0,5l + 1 conf. da due Torcetti di produzione locale + Mini Guida della Resistenza biellese) 

1 Febbraio 1945 - 1 Febbraio 2020 La battaglia di Sala... 75 anni dopo

[1 febbraio - 25 aprile 2020]


Il 1° febbraio 1945 le formazioni partigiane biellesi dislocate sulla Serra furono investite da un massiccio attacco condotto da reparti nazifascisti nell'ambito dell'operazione di rastrellamento "Hochland" (Altopiano): il piano difensivo accuratamente predisposto dal comando della V Divisione Garibaldi permise ai partigiani biellesi di contenere per ore l'assalto nemico e di eludere poi la morsa avversaria con un'audace azione di ripiegamento - compiuta di notte e nella neve - verso le basi predisposte nel Canavese. 


Per ricordare il 75° anniversario di quell'evento, che secondo Piero Germano "Gandhi", comandante della V Divisione Garibaldi, segnò per il partigianato biellese il passaggio "dalla adolescenza alla maturità, dalla guerriglia alla guerra di popolo", la Casa della Resistenza di Sala Biellese presenta la mostra "1 GENNAIO 1945 - 1 GENNAIO 2020: LA BATTAGLIA DI SALA... 75 ANNI DOPO", realizzata attraverso la consultazione di documenti d'archivio (conservati presso l'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, l'Istituto piemontese della Resistenza di Torino, l'Istituto Gramsci di Roma, il Bundesarchiv) e di fonti storiografiche e memorialistiche, e con l'ausilio di un cospicuo supporto fotografico.


Inaugurazione SABATO 1 FEBBRAIO 2020 alle ORE 15:00 presso i locali della Casa della Resistenza, in via Ottavio Rivetti 5 a Sala Biellese. DOMENICA 2 FEBBRAIO
orario di visita 9:30 - 17:30



I rastrellamenti tedeschi in Piemonte 1943 - 1945
[18 ottobre 2019]



Promossa dalla Casa della Resistenza di Sala con il patrocinio dell'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, la conferenza conclude la serie di iniziative realizzate nell'ambito del 75° anniversario del rastrellamento in Valle Elvo e Serra  e dell'eccidio di piazza Q. Sella (28 maggio - 4 giugno 1944), con la partecipazione di Raphael Rues, ricercatore e autore di "SS-Polizei Ossola-Lago Maggiore 1943 - 1945". Originario di Minusio (Svizzera), Rues è laureato in Storia Economica e dal 2018 ricerca, nell'ambito del suo Dottorato presso la University of Leicester, la presenza delle forze tedesche e fasciste nel Piemonte, e in particolare nella regione dell'Ossola e del Lago Maggiore. Nel tempo libero collabora attivamente con la Casa della Resistenza di Fondotoce/Verbania.    

Nel volume "SS-Polizei Ossola-Lago Maggiore 1943-45" - sottotitolato "Rastrellamenti e crimini di guerra" e edito in edizione trilingue (italiano, tedesco e inglese) da Insubrica Historica (Minusio, CH) - Rues indaga sulle formazioni tedesche e fasciste che operarono nella zona dell'Alto Novarese tra il settembre 1943 e l’aprile 1945 e mette in luce aspetti in gran parte non noti, anche attraverso immagini fotografiche inedite. Il saggio è dedicato nello specifico ai reparti delle SS-Polizei (reggimenti 12, 15 e 20) che operarono nel nord-ovest del nostro Paese.


VENERDÌ 18 OTTOBRE alle ore 21:00 presso Villa Schneider (piazza Lamarmora, 6 Biella)

I partigiani sovietici nella Resistenza piemontese e la ricerca della loro identità 
[7 settembre 2019]


Conferenza promossa dalla Casa della Resistenza di Sala Biellese e dalla sezione A.N.P.I. Valle Elvo e Serra nell'ambito delle iniziative commemorative dell 75° anniversario del rastrellamento in Valle Elvo e Serra e dell'eccidio di piazza Q. Sella (28 maggio - 4 giugno 1944) - con il patrocinio dell'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia e dell'Associazione culturale Russkij Mir di Torino - con partecipazione della dottoressa Anna Roberti, presidente onorario di Russkij Mir, per illustrare il ruolo dei partigiani sovietici nella Resistenza piemontese e le varie fasi della ricerca della loro identità, dal dopoguerra ai giorni nostri.


Nel corso della serata proiezione del documentario di Anna Roberti  e Mario Garofalo "Nicola Grosa, moderno Antigone" (2012), che affronta due importanti temi: la scoperta della figura del torinese Nicola Grosa e della sua epica impresa di seppellitore dei partigiani dispersi, con tutto il valore che può derivarne in un'epoca così disattenta alla memoria, e il contributo dato dai circa 5000 partigiani sovietici (600 in Piemonte) alla Resistenza italiana, ancora così poco noto.

SABATO 7 SETTEMBRE alle ore 21:00 presso la Sala delle Carrozze di Villa Mossa a Occhieppo Superiore

Pastasciutta antifascista di Casa Cervi 
[27 luglio 2019]

Il 25 luglio 1943 segnò la data della fine del ventennale regime fascista. All’annuncio della destituzione di Mussolini da capo del governo fecero seguito manifestazioni di gioia in tutta Italia: a Casa Cervi si celebrò una delle feste più originali, con una grande pastasciutta offerta a tutto il paese, distribuita in piazza a Campegine per l’occasione.

Per ricordare quell’evento e l'impegno antifascista della famiglia Cervi - che pagò per questo un prezzo altissimo, con l'assassinio da parte fascista dei sette figli maschi di Alcide e Genoveffa Cervi, avvenuto il 28 dicembre 1943 al Poligono di Tiro di Reggio Emilia -  la sezione A.N.P.I. di Sala Biellese aderisce all'iniziativa promossa dall'Istituto Alcide Cervi e organizza  la III edizione della Pastasciutta antifascista di Casa Cervi


Appuntamento SABATO 27 LUGLIO 2019 a Sala Biellese a partire dalle 19:30 presso la piazzetta Ottavio Rivetti. 


Alle 21:30 - presso il Salone Polivalente di via Ottavio Rivetti 3 - proiezione del film "I SETTE FRATELLI CERVI" di Gianni Puccini, con Gian Maria Volontè e Riccardo Cucciolla 


Presso la Casa della Resistenza di via Ottavio Rivetti 5 esposizione delle immagini fotografiche dell'archivio Cesare Valerio (gentilmente concesse dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella) che documentano le festose reazioni dei biellesi all'indomani della caduta di Mussolini e del fascismo.

28 Maggio - 4 Giugno 1944 
Una lunga settimana di sangue
[25 maggio - 20 ottobre 2019]


In occasione del 75° anniversario dell'eccidio di piazza Martiri della Libertà, la Casa della Resistenza - con  il patrocinio del Comune di Sala Biellese e dell'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia - presenta sabato 25 Maggio 2019, a partire dalle ore 15:00 presso i locali di via Ottavio Rivetti 5 a Sala Biellese, la mostra fotografica documentale "28 Maggio - 4 giugno 1944 UNA LUNGA SETTIMANA DI SANGUE: dal rastrellamento in Valle Elvo e Serra all'eccidio di piazza Q. Sella" e l'omonimo video-documentario per la regia di Piergiorgio Clerici. 

Documenti, fotografie e contributi filmati che ripercorrono le vicende storiche comprese tra il 28 maggio 1944, data di inizio del massiccio rastrellamento nazi-fascista in alta Valle Elvo e sulla Serra, e il 4 giugno 1944, giorno della fucilazione di ventuno partigiani in piazza Martiri della Libertà (all'epoca piazza Q. Sella) a Biella, con particolare attenzione alla ricostruzione dei profili biografici dei Caduti.


Esposizione della mostra presso la Casa della Resistenza dal 25 maggio al 20 ottobre, con i seguenti orari:


dal 25 maggio al 29 giugno :
sabato dalle 14:30 alle 17:30

dal 6 luglio al 20 ottobre:
sabato dalle 15 alle 18 
domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
   

L'Unità in guerra

[2 marzo - 27 aprile 2019]


Dal 2 marzo al 27 aprile 2019 esposizione presso la Casa della Resistenza di via Ottavio Rivetti 5 a Sala Biellese della collezione "l'Unità in guerra".


14 stampe delle prime pagine dell'organo del Partito Comunista d'Italia (dal 1943, Partito Comunista Italiano) degli anni compresi tra il 1939 e il 1945, con disegni sovrimpressi di Renato Guttuso. 


Un percorso cronologico che partendo dall'appello del 1 maggio 1939 alla pace e alla libertà contro l'oppressione fascista, arriva alla Liberazione dell'aprile 1945, passando attraverso gli imponenti scioperi operai del marzo 1943, la caduta del fascismo il 25 luglio 1943, l'inizio della lotta partigiana. 


Un'opportunità per riscoprire il ruolo fondamentale svolto in Italia in quei drammatici anni dal giornale fondato da Antonio Gramsci e Palmiro Togliatti che, scrisse Luigi Longo, "fu la voce più unitaria che si levasse allora, fu il cemento per stringere in un sol blocco tutte le formazioni partigiane e tutte le forze nazionali della guerra di Liberazione".


Orario di apertura al pubblico:
sabato dalle 14:30 alle 17:30